ippicamoreno

MONTECATINI 17/05

Andare in basso

default MONTECATINI 17/05

Messaggio Da AMARIO il Sab Mag 16, 2009 11:23 pm

1° corsa

1 MARGY D’ALFA

Velocissima in partenza, piuttosto regolare, in possesso di buona frazione, impiegata con martingala e bastone a sinistra, 3 primi e 5 piazzamenti in 9 uscite; ha vinto la seconda corsa a novembre con rotolo in 2.04.2 con 44.7 i 600 conclusivi con ottima progressione nel mezzo giro finale dopo aver seguito i primi in corda e si è ripetuta alla terzultima uscita da leader con lancio in 15.8 e 600 conclusivi in 44.8, poi l'unico "np" della carriera viziato da errore sulla prima curva e infine un piazzamento marginale al proprio limite di 1.16.9 dopo aver sbagliato in partenza. Può essere la piazzata di posizione. La guida è di Edoardo Baldi per il training del padre Alessandro e i colori della compagna Sara Bartolini.
Sopresa.
Quota: 6

2 MEFISTO FALU

Parte il giusto, impiegato con martingala, al meglio in corse con andatura, ha vinto 4 corse, alla quartultima uscita all'allora record della generazione di 1.13.3 facendo valere mezzo giro finale più fresco dopo aver seguito i primi in una corsa caratterizzata da parziali al contrario, la volta dopo passando dopo un giro esterno in 1.01.3 nonostante un agganciamento ai 400 iniziali per poi salvarsi nell'arrivo in 15.5; poi un posto d'onore con miglio finale esterno e 600 conclusivi in 43.7 e infine un quarto accusando in retta il percorso allo scoperto con miglio finale scoperto. Tatticamente poco fortunato alle ultime uscite, scende di categoria ed è un logico favorito. I colori sono della Metauro, il training e la guida di Massimo Barbini.
Favorito.
Quota: 3/5

3 MELODY TRIO

Molto veloce in partenza, regolare, al meglio da leader, ha vinto 3 volte, a settembre da leader con lancio in 14.9 e km finale in 1.17 con arrivo in 14.9 e si è ripetuta all’uscita successiva sfondando con lancio dalla seconda fila in 14.8 per allungare nel mezzomiglio conclusivo in 1.01.9; la terza vittoria è arrivata a fine novembre ottenendo strada nel quarto iniziale in 30.7; ha colto il proprio limite di 1.16.1 alla terzultima uscita trascinato dietro i primi dopo aver ripiegato in corda nel lancio in 14.3; in seguito due posti d'onore, il primo battuta in retta dopo aver agito all'avanguardia con lancio in 15, il secondo seguendo tutta strada il leader Mineiruss con 600 finali in 44.7. Duttile e ben guidata, ci sta bene. I colori sono della Trio, il training di Andrea Demuru, la guida di Marcello Di Nicola.
Controfava.
Quota: 5

4 MISTER OF GLORY

Parte il giusto con l'autostart, alla prima uscita con i nastri alla tedesca si è avviato piuttosto lento, rende al meglio in pista grande, ha vinto a dicembre mandando via Mansfiel nel lancio in 14.9 per poi tornare in avanti dopo 600 in 44.9 e poi allungare con arrivo in 15.5; ha colto il proprio record di 1.16.7 a Modena alla penultima uscita finendo in crescendo dopo essere rimasto nelle retrovie, poi un "np" finendo in crescendo dopo essere rimasto in coda. In possesso di buon finish ma rischia di essere preso in velocità in partenza. I colori sono della Felisia, il training e la guida di Manlio Capanna.
Molto difficile.
Quota: 15

5 MIGUEL BI

Veloce in partenza, rende al meglio sul miglio, dopo due prestazioni viziate da errore in partenza, ha vinto 2 volte consecutive, la prima in impegno quasi interamente allo scoperto, la seconda passando sulla retta opposta all'arrivo in 15.4 per poi concludere più lento ma comodo; dopo un paio di np è tornato al successo alla terzultima sortita da leader con lancio in 14.5, poi un errore dopo 250 metri quando seguiva i primi in corda e infine un piazzamento marginale trascinato nel gruppo in corda. La distanza ne limita le aspirazioni. I colori sono della Gina Biasuzzi, il training e la guida di Andrea Bavaresi.
Difficile.
Quota: 12

6 MADKOUR GUASIMO

Molto veloce con l’autostart, da valutare con i nastri alla tedesca (con quelli tradizionali è veloce), non è un leone nel finale, impiegato con martingala, regolare, ha vinto con facilità a settembre ottenendo strada dopo mezzo giro; ha colto il proprio record di 1.16.1 a gennaio trascinato in scia al leader Merlino Om perdendone contatto nei 600 finali in 44.6 dopo avvio sollecito dalla seconda fila; dopo 12 piazzamenti consecutivi due "np", il primo sbagliando in retta quando lottava per il terzo dopo i 600 precedenti in 45.7, il secondo cedendo al mezzo giro finale dopo aver seguito i primi, infine un posto d'onore seguendo tutta strada la leader Maura Grif perdendone contatto nei 600 finali in 44.4 con arrivo in 14.4. Se si adatta ai nastri alla tedesca può cogliere l’ennesimo piazzamento. I colori sono de La Medicea, il training di Giancarlo Avallone, la guida di Alessandro D’Ettoris.
Terzo incomodo.
Quota: 5

7 MAESTA

Molto veloce sia con l'autostart sia con i nastri, ha colto il proprio record di 1.18.4 a marzo battuta in retta dopo essere andata davanti con lancio in 14.7 e aver tentato la difesa con terzo quarto in 30.2; dopo un piazzamento marginale con km finale esterno dopo essere rimasta in coda ha vinto all'ultima uscita da leader con mezzomiglio conclusivo in 1.00.5. Lo schema è il suo, se filtra dalla seconda fila può piazzarsi. I colori sono della Avorio Scuro, il training del Team Fioretti, la guida di Salvatore Mattera.
Sorpresa.
Quota: 7 (Cool

8 MERINGA BELLE

Veloce con l'autostart, da valutare con i nastri alla tedesca (ha corso una volta con quelli tradizionali sbagliando), non sempre affidabile, impiegata con paraombra e martingala, dopo una serie di prestazioni nelle quali ha rifiutato la partenza, è tornata a piazzarsi alla terzultima uscita in quota dopo il primo km allo scoperto e il giorno dopo ha vinto con km finale allo scoperto e 600 conclusivi in 45.8, poi un errore dopo mezzo giro in 29.8 insofferente a subire la diminuzione del ritmo e infine ieri il proprio limite di 1.16.4 con km finale esterno dopo essere rimasta in coda. Ottima ieri, se non sbaglia può piazzarsi. I colori sono della Avorio Scuro, il training e la guida di Simone Visi.
Grossa sorpresa.
Quota: Scud. (Cool.

Concludendo:

Convegno che si apre con un doppio km per 3 anni con partenza con i nastri. MEFISTO FALU (2) scende di categoria ed è il logico favorito. All’opposizione la ben guidata MELODY TRIO (3) e il regolare MADKOUR GUASIMO (6). MARGY D’ALFA (1) può essere la piazzata di posizione. Sorprese le alleate MAESTA (7) e MERINGA BELLE (8 ), la prima più adatta allo schema, la seconda più potente e che ieri ha fatto 1.16.4. Più difficile per MISTER OF GLORY (4) che rischia di essere preso in velocità in partenza e MIGUEL BI (5) più adatto alla breve.

Prono: 2 – 3 – 6




3° corsa

1 MEROVEE DU LAC

Parte il giusto, piuttosto regolare, alla terzultima uscita era giunto secondo risalendo per varchi dalla coda ma è stato distanziato per aver oltrepassato i paletti, la volta dopo ha ottenuto il proprio record di 1.18.5 trascinato in coda, infine un "np" sbagliando al via. Il numero può aiutarlo a non perdere troppe posizioni ma la compagnia è impegnativa. I colori sono della Happy Horse Farm, il training di Giuseppe Talè, la guida di Federico Cortesi.
Molto difficile.
Quota: 15

2 MADAGASCAR

Molto veloce in partenza, al rientro, al meglio da leader, tende a calare nel finale, dopo 2 piazzamenti (il primo accusando in retta dopo aver seguito tutta strada Mario Delle Badie al quale aveva ripiegato in scia nel lancio, il secondo calando in retta ma al termine di 600 conclusivi in 44.6 dopo aver agito da leader), poi 2 successi consecutivi, il primo tirando via da leader con lancio in 15.5 e secondo paletto in 15.1 per difendersi da Marina Capar, il secondo andando davanti con lancio in 15.2 per poi allungare con km finale in 1.17.5; la volta dopo ha colto il proprio record di 1.17.2 sulla pista racchettizzata di Montegiorgio trascinato in corda dietro i primi. Da valutare la condizione, se è in ordine può sfruttare velocità iniziale e posizione. I colori sono della Margot, il training di Andrea Baveresi, la guida di Enrica Quintili.
Sorpresa.
Quota: 8

3 MELATINA LUNG

Molto veloce in avvio, regolare, impiegata con mezze balze, ha vinto 4 volte, le prime 2 da leader con la seconda con giro conclusivo in 1.02, la terza finendo bene in retta dopo essere progredita nei 600 finali esterni dopo essere rimasta alla finestra nel primo km e infine alla penultima uscita con 600 finali allo scoperto in 45.9 dopo aver seguito i primi con avvio veloce dalla seconda fila; la volta successiva ha colto il proprio record di 1.14.9 ripiegando in scia a Madison Om dopo il quarto iniziale in 27.5 per poi seguirlo nei 600 finali in 44.2; infine un terzo seguendo i primi. Parte forte, è duttile, la compagnia è ampiamente alla sua portata ed è una logica favorita. I colori sono della Lungaiano, il trining di Vittorio Vespa, la guida di Leonardo Faraoni.
Favorita.
Quota: 1/2

4 MALVA PURPUREA

Piuttosto veloce in partenza, da valutare in pista piccola, ha esordito con un piazzamento in 1.17.6 seguendo i primi con mezzomiglio finale in 1.01.4, al rientro ha sbagliato nel tentativo di fare partenza. Da valutare nella condizione ma all’esordio era molto piaciuta e per il team merita rispetto. I colori sono della Eurocolor, il training di Claus Hollmann, la guida di Lorenzo Alessi.
Terza incomoda.
Quota: 6

5 MACTRE DI PIAGGIA

Parte il giusto, passista, regredito, ha ottenuto il proprio record di 1.19.3 a settembre finendo vitale dopo aver seguito in corda i primi, ha vinto a novembre ottenendo strada dopo mezzo giro e si è ripetuto la volta dopo in impegno quasi interamente allo scoperto con giro finale in 1.03.3; a metà marzo ha sbagliato quando lottava per il terzo dopo impegno in gran parte esterno, la volta successiva ha colto un piazzamento marginale con km finale al largo dopo aver perso la partenza, poi una prestazione viziata da errore all'imbocco della prima curva, quindi 3 "np", il primo stentando a seguire il veloce ritmo del gruppo e terminando molto discosto, il secondo accusando al mezzo giro conclusivo il violento cambio di ritmo della testa dopo un km scoperto, il terzo rimanendo tutta strada in coda. La forma migliore è lontana e la categoria non è la sua. I colori sono de La Valle, il training di Felice Facci, la guida di Francesco Fronzoni.
Estremo outsider.
Quota: 69

6 MYSIA MB

Molto veloce in partenza, ha colto un posto d'onore all'esordio in 1.18.6 sul doppio km seguendo i primi dopo aver ripiegato in corda nel lancio in 15, all'uscita successiva ha sbagliato sulla prima curva dopo buon avvio dalla seconda fila. Stimata, piaciuta al debutto, ben guidata, se la gioca bene. I colori sono de La Camilla, la guida di Stefano Baldi per il training del fratello Edoardo.
Controfava.
Quota: 4

7 MALEWE

Molto veloce in partenza, al meglio da leader, in possesso di una sola ottima frazione, ha vinto a gennaio andando davanti con lancio in 16.5 per poi allungare con 600 finali in 45.7, si è ripetuto alla quartultima uscita con lancio in 16.5 e 600 conclusivi in 45.7; dopo 2 piazzamenti (il primo con giro finale allo scoperto, il secondo in percorso esterno) è tornato al successo al proprio record di 1.18.8 nel preferito percorso d'avanguardia con quarto iniziale in 32 e 600 finali in 46.9. In ordine ma la seconda fila lo sacrifica. I colori sono della Roberto, la guida di Monica Gradi per il training del padre Roberto.
Difficile.
Quota: 12

8 MARATHON GRIF

Piuttosto veloce in partenza, piuttosto regolare, ha vinto a febbraio da leader con lancio in 15.6 e km finale in 1.18.5 con 600 conclusivi in 46.1,ha colto il proprio record di 1.17.5 finendo in crescendo dopo aver rinunciato al lancio e lo ha eguagliato alla penultima uscita dopo errore sulla prima curva; infine un "np" sbandando all'imbocco della prima piegata. Sta correndo meglio di quanto dica la carta, può piazzarsi. I colori sono di Carlo Levacovich, il training di Felice Facci, la guida di Nicola Del Rosso.
Grossa sorpresa.
Quota: 10

9 MECONIO

Veloce in avvio, monocorde, privo di cambio di marcia, è stato distanziato dal terzo (ottenuto seguendo i primi in corda) alla terzultima uscita per danneggiamento grave e palese sulla prima curva, la volta successiva ha colto il proprio limite di 1.19.1 seguendo dal via Milton Dante e perdendone contatto al mezzo giro finale sul deciso cambio di marcia, infine un errore in avvio. E’ in ordine ma la seconda fila lo sacrifica palesemente. La guida è di Roberto Matarazzo per i colori e il training del fratello Massimo.
Outsider.
Quota: 18

Concludendo:

MELATINA LUNG (3) può andare davanti e nella categoria è una “giallina” attendibile. Alternative la stimata e ben guidata MYSIA MB (6) e MALVA PURPUREA (4) da rivedere dopo il rientro falloso. Da vedere il rientro del veloce MADAGASCAR (2). Sorprese MARATHON GRIF (8 ) e MALEWE (7). Tenterà di sfruttare la posizione per inserirsi MEROVEE DU LAC (1), più difficile per MECONIO (9) che lascia il ruolo di estremo outsider a MACTRE DI PIAGGIA (5).

Prono: 3 – 6 - 4
avatar
AMARIO

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 02.05.09

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum