ippicamoreno

MONTECATINI 10/05

Andare in basso

default MONTECATINI 10/05

Messaggio Da AMARIO il Sab Mag 09, 2009 6:58 pm

1° corsa

1 MANOLETE

Parte il giusto, un primo e un secondo su 2 uscite, al debutto il posto d'onore finendo in crescendo nel quarto finale in 30.2 dopo percorso esterno, la volta successiva ha vinto al proprio record di 1.16.1 a Torino in percorso allo scoperto con 600 finali in 44.5, resta su un ritiro sul campo che pone qualche dubbio sulla sua attuale condizione; è alla prima uscita sul doppio km. Nonostante le incognite merita grandissimo rispetto per la carta. I colori sono della Bellosguardo, il training del Team Lombardo, la guida di Cesare Meli.
Terzo incomodo.
Quota: 2

2 MARINA DI PISA

Molto veloce in partenza, regolare, meglio sulla breve distanza, sa agire in ogni schema, ha vinto 4 volte, a settembre finendo bene dopo aver seguito i primi con lancio veloce dalla seconda fila, a novembre scattando in retta dalla scia di Matisse Du Lac alla quale aveva ripiegato in scia nel quarto iniziale in 30.3, a dicembre con efficace progressione nei 600 conclusivi dopo impegno in gran parte esterno; in seguito un posto d'onore accusando nel finale la distanza e il lancio in 15.1 per assumere l'iniziativa, poi il primo "np" della carriera sbagliando al via, poi ancora un posto d'onore filtrando veloce dalla seconda fila nel lancio in 14.8 per poi ripiegare in scia a Matteo Cos per poi seguirlo tutta strada con quarto finale in 31.3, quindi un terzo al proprio limite di 1.17.2 seguendo tutta strada il leader Mirtillo Rosso perdendone il contatto nel finale veloce; poi un quarto accusando in retta il lancio in 14.2 dal 6 per assumere l'iniziativa e infine il ritorno al successo da leader con lancio in 14.6. Probabile battistrada iniziale, sulla distanza meno gradita manderà probabilmente via per tentare di prendere una piazza di posizione. Il training è di Vincenzo La Porta, i colori e la guida di Pietro Giusti.
Sorpresa.
Quota: 12

3 MINERVA DEI

Veloce in avvio, al rientro, alla prima uscita sulla distanza, regredita, non sempre affidabile, ha vinto 3 volte, al debutto con lancio in 15.7 per andare davanti dal 6 e 600 finali in 45.9 con arrivo in 15.2, poi (dopo un “rp”) un altro successo agendo da leader con lancio in 15.8, la volta dopo il proprio limite di 1.15.7 trascinata in corda al seguito dei primi; quindi un nuovo successo ottenendo strada dopo 300 metri per allungare con 600 conclusivi in 44.8 e arrivo in 14.8, poi due errori in partenza, un posto d'onore con km finale allo scoperto e giro conclusivo in 1.01.8, quindi un "np" senza riuscire a progredire dalla coda, un quarto accusando sull'ultima curva il percorso allo scoperto e il cambio di ritmo della testa, infine un errore in avvio. Da valutare nella condizione ma nella compagnia complessivamente ha in ogni caso ben poche chances. I colori sono della Doppia Emme, il training di Maurizio Visco, la guida di Marcello Lima.
Estrema outsider.
Quota: 69

4 MISTRAL D’ALFA

Parte il giusto, impiegato con martingala e mezze balze, piuttosto regolare, cresciutissimo con il training al mare al Cinquale e atteso in ulteriore progresso, se la cava sulla media distanza, ha vinto 3 volte, a gennaio in percorso esterno con 600 finali in 44.9, a febbraio disponendo agevolmente sulla retta opposta all'arrivo di Marathon Grif dopo essere rimasto in coda per poi fare passerella nel quarto finale in 30.1, all'ultima uscita (dopo un paio di "rp", l'ultimo quando era terzo sul filo con km finale esterno e 600 conclusivi in 43.7 ma con un errore in retta che ha vanificato tutto) al proprio record di 1.16 passando dopo il primo km scoperto per poi fare passerella nei 600 finali in 45 e lo ha eguagliato la volta dopo con 600 conclusivi in 45.1 restando in quota dopo aver agito in scia alla leader Maura Grif. Va fortissimo e con la “Tamberina” se la gioca da protagonista. I colori sono della Ro. Da., il training di Maurizio Pieve, la guida di Monica Gradi.
Controfava.
Quota: 1 e 1/2

5 MERINGA BELLE

Veloce in partenza, non sempre affidabile, impiegata con paraombra e martingala, ha colto il proprio record di 1.17.4 a febbraio con km finale in 1.16.9 trascinata in corda alle spalle dei primi, dopo una serie di prestazioni nelle quali ha rifiutato la partenza, è tornata a piazzarsi alla penultima uscita in quota dopo il primo km allo scoperto e il giorno dopo ha vinto con km finale allo scoperto e 600 conclusivi in 45.8. Sale di categoria ma sulle ali della forma al top può inserirsi. I colori sono della Avorio Scuro, il training di Simone Visi, la guida di Lorenzo Alessi.
Sorpresa.
Quota: 12

6 MEFISTO FALU

Parte il giusto, impiegato con martingala, al meglio in corse con andatura, ha vinto 4 corse, alla terzultima uscita all'allora record della generazione di 1.13.3 a Milano facendo valere mezzo giro finale più fresco dopo aver seguito i primi in una corsa caratterizzata da parziali al contrario, la volta dopo passando dopo un giro esterno in 1.01.3 nonostante un agganciamento ai 400 iniziali per poi salvarsi nell'arrivo in 15.5; infine un posto d'onore con miglio finale esterno e 600 conclusivi in 43.7. Al top della forma, nonostante il numero ha chance di prima. I colori sono della Metauro, il training di Massimo Barbini, la guida di Franco Fumagalli.
Favorito.
Quota: 1 e 1/4

Concludendo:

Si apre con un doppio km riservato ai gentlemen con 3 cavalli difficilmente separabili e forse il vincitore sarò il primo che riuscirà a presentarsi sulla probabile leader iniziale Marina Di Pisa che sulla distanza manderà probabilmente via: scegliamo MEFISTO FALU (6) sul “marino” MISTRAL D’ALFA (4) affidato alla “Tamberina” con la quale vinse al proprio record di 1.16 ma vola anche MANOLITE (1) e la scelta tra i 3 è quantomai difficile e soggettiva. Un gradino sotto gli altri con ruolo di sorpresa per la cresciuta MERINGA BELLE (5). Può piazzarsi la regolare MARINA DI PISA (2) che lascia il ruolo di estrema outsider alla rientrante MINERVA DEI (3).

Prono: 6 – 4 - 1







2° corsa

1 MEMOLE

Veloce in avvio, impiegata con martingala, nel finale non è una leonessa, dopo 2 prestazioni viziate da errore (il primo all'imbocco della prima curva subendo l'intralcio di un avversario, il secondo dopo un km dopo aver seguito la scatenata leader My Lady Fi in una corsa caratterizzata da parziali al contrario) è tornata a piazzarsi al proprio limite di 1.18.1 accusando sull'ultima curva il lancio in 15.5 e l'avere un po' "preso la mano" nel secondo paletto in 15.2. A percorso netto se si fa gestire può essere la piazzata di posizione con licenza di vincere. I colori sono della Jacarè, il training di Lucio Colletti, la guida di Barbara Renzulli.
Sorpresa.
Quota: 4

2 MAGICO ORS

Veloce in partenza, regolare, sempre nel marcatore in carriera, ha vinto a marzo al proprio limite di 1.18.6 con lancio in 15.9 per andare davanti, record eguagliato la volta successiva finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 46.5 dopo aver fatto delle difese sulla prima piegata quando tentava di ripiegare; infine un nuovo piazzamento mantenendosi in quota dopo percorso manovrato. Sistemazione e regolarità ne fanno il favorito. I colori sono della Effedue, il training e la guida di Andrea Baveresi.
Favorito.
Quota: 2 e 1/2

3 MARK GIO’

Parte il giusto, mai piazzato in carriera, ha esordito discosto in coda dopo aver perso la partenza, poi un altro "np" seguendo anonimamente nelle retrovie, infine al rientro ha sbagliato sulla prima curva dopo essersi avviato più sollecito del solito. Da rivedere. I colori sono della Piccola Valentina, il training di Andrea Gerbi, la guida di Vincenzo Mango.
Molto difficile.
Quota: 18

4 MINHO DEI GREPPI

Veloce in partenza (quando si avvia di trotto), poco affidabile, ha vinto in mattinee 2 volte consecutive, la prima al proprio limite di 1.21.2 con giro finale esterno, la seconda (con in sulky Edoardo Baldi che ritrova quest’oggi) da leader con quarto conclusivo in 31.5, in seguito 3 errori al via. Se facesse percorso netto e trovasse la corda ci starebbe. I colori sono della Delton, il training di Pino Di Caterino, la guida di Edoardo Baldi.
Grossa sorpresa.
Quota: 12

5 MURANO

Lento in avvio, poco affidabile, dopo un paio di prestazioni viziate da errore nelle fasi iniziali è tornato a piazzarsi al proprio record di 1.19 alla penultima sortita progredendo bene nel mezzo giro finale esterno, poi 3 "np", il primo viziato da un errore sulla prima curva, il secondo restando tutta strada discosto dal gruppo, il terzo sbagliando sulla prima piegata. Sarà preso in velocità e non convince. I colori sono di Massimiliano Fossi, il training di Felice Facci, la guida di Roberto Biagini.
Outsider.
Quota: 20

6 MAUI BI

Lenta in avvio, si è piazzata in 1.19.8 alla penultima uscita trascinata in corda nel gruppo, la volta dopo un "np" restando nelle retrovie. Va poco e il numero la sacrifica ma per genealogia e team non ce la sentiamo di trascurarla completamente. I colori sono della G.C.F., il training di Vittorio Vespa, la guida di Ferdinando Pisacane.
Difficile.
Quota: 15

7 MINDIZ

Parte il giusto, alterna, non sempre affidabile sulle curve, impiegata con bastone a sinistra, paraombra e mezze balze, ha vinto alla terzultima uscita al proprio limite di 1.18.4 in una corsa caratterizzata da parziali al contrario seguendo il leader Merovee Du Lac per poi far valere finale più fresco, poi 2 errori, il primo sulla piegata finale quando cercava di progredire dalle retrovie, il secondo sulla prima curva. Fallosa ma stavolta c’è Enrico. I colori sono della Millepiedi, il training di Claus Hollmann, la guida di Enrico Bellei.
Sorpresa.
Quota: 4

8 MISTERO DI SARA

Praticamente all'esordio perchè al debutto ha sbagliato al via. L’impressione è che al momento vada poco. I colori sono di Cono Calanna, il training di Andrea Gerbi, la guida di Antonio Facci.
Estremo outsider.
Quota: 69

9 MERLINO DEI

Molto veloce in partenza, impiegato con martingala, alla penultima uscita ha vinto al proprio record di 1.18.9 finendo molto bene nel mezzo giro finale dopo aver agito in gruppo in corda, la volta dopo un "np" in buona categoria accusando al mezzo giro conclusivo l'ultimo km esterno e la robusta "chiusa" della testa nei 600 finali in 44.7. In forma, sa adattarsi ad ogni schema, torna nella sua categoria e ha chances di prima. I colori sono di Bruno Facci, il training di Felice Facci, la guida di Bjorn Lindblom.
Controfava.
Quota: 3

10 MARGO’ DEI VELTRI

Una femmina da Uronometro con madre da Supergill qualificatasi in 1.21.9 che la sistemazione pone di fronte a compito complesso. I colori sono di Fabio Massi, la guida di Federico Esposito per il training del padre Sergio.
Outsider.
Quota: 20

11 MONDO DELL’EST

Molto veloce in partenza, dopo 3 piazzamenti (il primo in percorso esterno dopo buon lancio dalla seconda fila, il secondo seguendo i primi in corda, il terzo al proprio record di 1.17.4 seguendo la leader Mabel dopo primo giro in 1.01.5 allo scoperto) un "np" all'ultima uscita inseguendo però molto bene dopo errore al via. In ordine, nonostante il numero ci sta. I colori sono della Santagonda, il training e la guida di Massimo Giorgi.
Terzo incomodo.
Quota: 3

12 MICHAEL GV

Molto veloce in avvio, ha vinto a gennaio andando davanti dal 6 con quarto iniziale in 31.4 per poi allungare con 600 finali in 47.3 e si è ripetuto la volta dopo sempre nel preferito percorso di testa con lancio in 16.4 e 600 conclusivi in 47.4, poi un quarto seguendo nelle retrovie in corda, poi 2 prestazioni viziate da errore, il primo sulla prima curva quando cercava di ripiegare, il secondo in retta quando era terzo dopo km finale esterno. Va più forte di quanto dica la carta. La sistemazione lo relega a ruolo secondario. I colori sono della Magic Horse, il training e la guida di Giorgio Fantini.
Grossa sorpresa.
Quota: 12

Concludendo:

Reclamare aperta a svariate soluzioni. MAGICO ORS (2) è regolare e con questa sistemazione può recitare il ruolo di favorito. All’opposizione MERLINO DEI (9) che torna nella sua categoria, MONDO DELL’EST (11) piaciuto all’ultima dopo errore e l’alterna MINDIZ (7) stavolta con in sulky Enrico Bellei. A percorso netto MEMOLE (1) sarebbe la piazzata di posizione con licenza di vincere. Sorprese i veloci MINHO DEI GREPPI (4) e MICHAEL GV (12) che però devono fare percorso netto. Per team e genealogia merita rispetto MAUI BI (6). Da rivedere dopo il rientro falloso MARK GIO’ (3) e da valutare l’esordiente MARGO’ DEI VELTRI (10). Più dura per MURANO (5) che lascia a MISTERO DI SARA (Cool il ruolo di estremo outsider.

Prono: 2 – 9 - 11
avatar
AMARIO

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 02.05.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

default Re: MONTECATINI 10/05

Messaggio Da Admin il Dom Mag 10, 2009 5:32 pm

1 MEMOLE B.RENZULLI 10,24 3,27
2 MAGICO ORS A.BAVERESI 2,37 1,49
3 MARK GIO` V.MANGO 20,90 5,21
4 MINHO DEI GREPPI E.BALDI 9,31 3,46
5 MURANO R.BIAGINI 129,60 10,95
6 MAUI BI F.PISACANE 15,00 4,80
7 MINDIZ E.BELLEI 3,91 2,40
8 MISTERO DI SARA A.FACCI 165,77 20,68
9 MERLINO DEI AL.ORLANDI 6,30 1,84
10 MARGO` DEI VELTRI FED.ESPOSITO 16,27 4,98
11 MONDO DELL`EST M.GIORGI 8,38 2,10
12 MICHAEL GV G.FANTINI 48,49 9,97
Quota finale ACCOPPIATA 9-11 20,61
Quota finale TRIO 9-11-2 107,41
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 31.03.09
Età : 54
Località : padova

Visualizza il profilo http://ippica.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

default Re: MONTECATINI 10/05

Messaggio Da Admin il Dom Mag 10, 2009 5:33 pm

bravo mario gran bella trio secca cheers
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 985
Data d'iscrizione : 31.03.09
Età : 54
Località : padova

Visualizza il profilo http://ippica.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

default Re: MONTECATINI 10/05

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum